Licenziamenti collettivi e quota di riserva

La Corte di Cassazione, con sentenza n. 10415/2020, ha affermato che il licenziamento per riduzione di personale o per giustificato motivo oggettivo, esercitato nei confronti del lavoratore occupato obbligatoriamente, è annullabile qualora rimanga in forza un numero di lavoratori disabili inferiore alla quota di riserva. In situazioni di crisi aziendale, infatti, il divieto di intaccare […]

Coronavirus – divieto di licenziamento per GMO: previsto riconoscimento della NASPI

L’INPS, con messaggio n. 2261 del 1° giugno 2020, ha chiarito che l’Istituto, qualora sussistano tutti i requisiti legislativamente previsti, procederà all’accoglimento delle domande di NASPI per i licenziamenti collettivi-individuali per giustificato motivo oggettivo (GMO), comminati durante il periodo di vigenza del relativo divieto, previsto dal decreto Cura Italia e confermato poi, successivamente, dal decreto […]

Licenziamento per GMO: onere di repechage a carico del datore di lavoro

La Corte di Cassazione, con sentenza n. 29099/2019, in materia di repêchage, ha affermato che, in caso di licenziamento per giustificato motivo oggettivo con conseguente soppressione della posizione lavorativa a cui era addetto il dipendente licenziato, il datore di lavoro ha l’onere di dimostrare:   che al momento del licenziamento non sussistesse alcuna posizione di lavoro analoga a quella soppressa per l’espletamento di mansioni equivalenti;  in attuazione del principio […]